Energia: il gigante minerario BHP tratta per cedere il suo settore petrolifero

- di: Brian Green
 
BHP, la più grande compagnia mineraria del mondo, ha reso noto di stare valutando la vendita della sua attività petrolifera. Una mossa che ridurrebbe la sua esposizione ai combustibili fossili a fronte delle crescenti pressioni da parte di investitori e governi affinché le società di risorse si impegnino concretamente in programmi di riduzione delle emissioni, secondo le conclusioni dell'accordo di Parigi.

In particolare, BHP ha detto di essere in trattative con la società australiana di petrolio e gas naturale Woodside Petroleum, per un potenziale accordo per combinare la sua branca petrolifera con Woodside. BHP, quotata a Londra e a Sydney, oggi, ha dichiarato che la fusione con Woodside "è una delle numerose opzioni prese in considerazione nell'ambito di una revisione strategica della sua attività petrolifera" aggiungendo che "qualsiasi accordo per unire le sue attività petrolifere e di gas in Australia, Nord America e Africa con Woodside potrebbe comportare una distribuzione delle azioni del gruppo energetico con sede a Perth agli azionisti di BHP".

"Mentre le discussioni tra le parti sono attualmente in corso, non è stato raggiunto alcun accordo su tale transazione", ha affermato BHP. "Un ulteriore annuncio sarà fatto come e quando appropriato". Secondo alcuni analisti, il settore petrolifero e gasiero di BHP potrebbe valere 13 miliardi di dollari americani. Woodside ha un valore di mercato di 15 miliardi Usa.

Sempre secondo quanto reso noto da gruppo minerario, BHP sta anche valutando altre opzioni per la divisione come parte di una revisione strategica. Mentre lavora al raggiungimento di un accordo per il suo business legato al petrolio, BHP sta conducendo una ricerca anche per trovare un acquirente per la sua attività di estrazione del carbone termico.
Secondo gli analisti australiani, la cessione del business del petrolio porterebbe BHP a concentrarsi sui prodotti estratti, che includono minerale di ferro, carbone metallurgico, rame, nichel e potenzialmente carbonato di potassio. Di queste materie prime, il minerale di ferro rappresenta la quota maggiore dei profitti di BHP.
  • Nessun record presente in archivio
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli