ENEA: al via bando da 1 milione di euro per finanziare progetti con le imprese

- di: Redazione
 

ENEA ha annunciato l'avvio del bando da oltre 1 milione di euro finalizzato al finziamento con le imprese di progetti Proof of Concept, il programma interno che mira a ridurre il gap fra ricerca e applicazione industriale, supportando l'innovazione nel settore produttivo.
La nota chiarisce che le aziende avranno tempo fino al 12 dicembre di quest'anno per candidarsi con le modalità descritte sul sito di ENEA, partecipando quindi a un progetto PoC che rientri nelle 34 proposte individuate dall'Agenzia in diverse aree tematiche.

ENEA: al via bando da 1 milione di euro per finanziare progetti con le imprese

I settori applicativi potenziali sono principalmente: chimica e farmaceutica (41%);  applicazioni per il riutilizzo dei materiali e i processi dell’economia circolare (38%); produzione di energia ed efficienza energetica (33%); agrofood (29%). A queste si aggiungono soluzioni tecnologiche innovative per applicazioni nell’aerospazio, per l’automazione dei processi produttivi, per i beni culturali e le smart communities.

Il finanziamento rappresenta la prima tranche dei 5 milioni stanziati da ENEA per il Programma PoC nel triennio 2023-2025, che si sommeranno ai 500.000 a valere su risorse fornite dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, già impegnati nell'anno per finanziare 9 progetti. Alle imprese che cofinanzieranno i progetti futuri con un contributo oltre il 10% dei costi, sarà concesso un diritto di opzione a titolo gratuito sulla licenza esclusiva del brevetto sviluppato.

Gaetano Colettaresponsabile del Servizio ENEA di Valorizzazione iniziative per l’innovazione (nella foto), ha dichiarato: “Il programma PoC dell’ENEA si ispira ad un approccio di open innovation e finanzia solo progetti di sviluppo di tecnologie ENEA in collaborazione con imprese e investitori. Attraverso il finanziamento si punta a minimizzare il rischio per le imprese di investire in tecnologie ancora con un livello di maturità tecnologica relativamente basso e, al contempo, a far incontrare i bisogni del mercato con le competenze e i risultati della ricerca pubblica”.

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli