Nuovo cuore artificiale potrebbe salvare 300 pazienti all'anno

- di: Ansa
 
Un nuovo cuore artificiale che potrebbe salvare, solo in Italia, fino a 300 pazienti in più all'anno, con un impatto enorme sui trapianti in campo internazionale. È il progetto a cui lavora da dieci anni il cardiochirurgo trentino Gino Gerosa, direttore dell'Unità operativa complessa di cardiochirurgia dell'Azienda ospedale-università di Padova e del Centro Gallucci di Padova. Nato a Rovereto, Gerosa è famoso nel mondo per i suoi trapianti di cuore "estremi" pienamente riusciti, con i quali ha talvolta sfidato limiti e divieti normativi pur di salvare vite umane. "Ogni anno in Italia sono in media 700 i pazienti cardiopatici iscritti alle liste d'attesa per un trapianto.
Il Magazine
Italia Informa n° 1 - Gennaio/Febbraio 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli