BPER Banca inaugura un nuovo Parco Fotovoltaico

- di: Daniele Minuti
 
BPER Banca continua a puntare con grande forza sulle energie rinnovabili e l'ultima dimostrazione arriva dall'inaugurazione di un nuovo Parco Fotovoltaico presso il Centro Servizi a Modena, che diventa uno dei più grandi di tutta la regione (il primo per quanto riguarda la provincia). L'impianto infatti è costituito da ben 2.312 pannelli e gestisce 855 kW di potenza (più del 60% del consumo di ogni giorno del Centro stesso), cosa che permetterà all'Istituto di triplicare la sua capacità di produzione di energie rinnovabili producendo però un impatto positivo in termini di emissioni e qualità dell'aria. La produzione annua dovrebbe superare il milione di chilowattora riducendo però di 321 tonnellate l'emissione di CO2.

Il Parco, situato in via Aristotele, non è però l'unico impianto simile che il Gruppo ha realizzato in questi anni visto che sono ben nove fra Pianoro, Bra, Vignola e Campogalliano. Grazie a loro, lo scorso anno BPER ha prodotto 542.177 kW di energia rinnovabile, dato in crescita del 5% rispetto all'anno precedente.

All'inaugurazione del progetto, che rientra nella strategia di BPER Banca per ridurre i consumi energetici di un decimo entro il 2021, erano presenti oltre il Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e l'Arcivescovo Erio Castellucci, anche i dirigenti dell'Istituto come l'Amministratore Delegato Alessandro Vandelli, il Vice Direttore Generale Vicario Stefano Rossetti e il Vice Direttore Generale Eugenio Garavini. Insieme a loro anche il presidente della società immobiliare del Gruppo, "Nadia", Alberto Marri.

Proprio l'ad Vandelli ha commentato: "Questo progetto ci riempie di orgoglio e dimostra nuovamente come perseguire interessi di sostenibilità con un'ottica che guardi a medio e lungo termine non sia solo ragionevole ma anche utile economicamente. Tutelare l'ambiente e concentrarsi sul cambiamento climatico comportano rischi ma anche opportunità per costruire un valore condiviso. BPER Banca vuole essere un partner per i propri stakeholder e questo significa riaffermare la nostra vicinanza ai territori con prodotti e servizi che permettano maggiore sostenibilità e inclusione sociale ma anche un aiuto ad aziende e famiglie per gestire la transizione energetica. Parliamo di un percorso avviato da tempo e che riteniamo imprescindibile per una strategia d'impresa efficace".
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli