Bce: Panetta, nostro approccio basato su dati, rivaluteremo a marzo

- di: RCor
 
"Qualsiasi indicazione incondizionata,ossia slegata dall'evoluzione prospettica dell'economia, che vada oltre febbraio si discosterebbe dal nostro approccio basato sui dati". Lo ha detto in un'intervista al quotidiano tedesco Handelsblatt il membro del consiglio direttivo Bce Fabio Panetta. "Le nostre proiezioni di dicembre prevedevano che l'inflazione sarebbe rimasta al di sopra del nostro obiettivo del 2% fino alla meta' del 2025 - ha detto Panetta -. Dato che l'inflazione era gia' da tempo assai elevata, cio' ha richiesto un ulteriore aggiustamento della nostra politica monetaria. Era quindi ragionevole aumentare i tassi a dicembre e segnalare un ulteriore analogo intervento a febbraio. Tuttavia, qualsiasi indicazione incondizionata - ossia slegata dall'evoluzione prospettica dell'economia - che vada oltre febbraio si discosterebbe dal nostro approccio basato sui dati. Le nostre decisioni di dicembre si fondavano sulle proiezioni economiche allora disponibili. A marzo ne avremo di nuove e dovremo rivalutare la situazione". E' giusto - ha aggiunto Panetta - che la Bce fornisca indicazioni ai mercati "ma non indicazioni incondizionate". "Dobbiamo essere prevedibili, ma nelle circostanze attuali non e' necessario annunciare il percorso dei tassi ufficiali su un orizzonte temporale esteso o senza uno stretto riferimento ai dati - ha precisato -. Annunci di politica monetaria per un lungo periodo di tempo sono stati effettuati in passato: la chiamavamo forward guidance. Ma in quella fase la politica monetaria operava in condizioni assai diverse: i tassi d'interesse erano scesi al limite inferiore, e la banca centrale poteva agire unicamente influenzando le aspettative sui tassi d'interesse futuri, impegnandosi a mantenere bassi per lungo tempo i tassi ufficiali. Oggi ci troviamo nella situazione opposta. Stiamo contrastando un'inflazione troppo alta, e possiamo farlo innalzando i tassi fino al livello necessario per ricondurre l'inflazione al nostro obiettivo del 2%".
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli