Bill Gates, acquisto da 170 milioni nel centro di Roma: Palazzo Marini diventerà un hotel di lusso

- di: Barbara Bizzarri
 
Riunione di milionari nella Capitale: avvistato Elon Musk, mentre continua lo shopping in Italia di Bill Gates, che dopo l’acquisto del mirabolante hotel Danieli a Venezia, ha diretto le sue attenzioni a Roma dove è planato per concludere oggi un altro colpaccio a sei zeri. Qualcuno in evidente malafede direbbe al riguardo che a pensare male si fa peccato ma si indovina, però noi siamo fiduciosi e ci limitiamo ai fatti. Dopo l'interessamento al Casino dell'Aurora, confermato dalla stessa principessa Boncompagni Ludovisi ma concluso poi in un nulla di fatto, il fondatore di Microsoft prosegue la sua opera di acquisizione di imponenti e lussuosi edifici storici italiani. In questo caso si tratta di un'operazione solo in parte immobiliare perché l'obiettivo resta l'apertura di un hotel a sei stelle della catena Four Seasons, di cui Gates è proprietario in società con un principe saudita, lo stesso che sostiene la scalata a Twitter di Musk: sembrerebbe proprio che il tycoon in Italia sia interessato al turismo per multimilionari.

Da documenti visibili esclusivamente di persona al Comune di Roma e citati dalla stampa statunitense, il Four Seasons ha versato un acconto di 21 milioni di dollari per l’acquisto di Palazzo Marini, un complesso architettonico del XVII secolo costituito da quattro blocchi separati in pieno centro storico. Gates, attraverso la sua Cascade Investment LLC, controlla Four Seasons insieme a un investimento di minoranza del principe Al Waleed bin Talal, la sedicente risposta dell'Arabia Saudita a Warren Buffett: la sua Kingdom Holding Company ha guadagnato milioni investendo in società come Uber, Citigroup e Lyft. L’investimento comunque promette bene: dopo aver ospitato un pop up store dell’Ikea qualche anno fa, attualmente l’edificio alloggia ai piani superiori una caffetteria per legislatori in forza al Parlamento, che si trova poco distante e vanta una posizione invidiabile per attirare i turisti, situato non lontano dalla famosa Fontana di Trevi, da Piazza di Spagna e Via Condotti, il fulcro dello shopping della moda a Roma.

La costruzione del palazzo fu iniziata, ma non terminata, da Gian Lorenzo Bernini nel 1650, e nel corso degli anni fu sede di una serie di nobili, fino a quando Papa Innocenzo XII ne prese possesso per farne la sede del Pontificio Tribunale. Negli ultimi anni, tuttavia, la proprietà ha languito dopo l’arresto di Sergio Scarpellini nel 2016 con l'accusa di corruzione. Un fondo ha poi rimosso la proprietà del palazzo da Scarpellini come parte di un pacchetto di proprietà da 800 milioni di dollari e in seguito diversi investitori hanno mostrato interesse, fino a quando la pandemia di Covid-19 ha decimato il commercio turistico di Roma. L'hotel di lusso dovrebbe avere circa cento camere e potrebbe includere spazi per un centro conferenze, una palestra e un centro benessere. Four Seasons ha un portafoglio esistente di 122 hotel e resort e 48 proprietà residenziali in 47 Paesi in tutto il mondo, e la società ha annunciato a gennaio di avere oltre cinquanta nuovi progetti in fase di pianificazione e sviluppo in Italia, Spagna, Cina, Giappone, Colombia, Belize e in tutti i mercati chiave negli Stati Uniti. Speriamo che il denaro piovuto nelle casse del Comune faccia il miracolo di ripulire la città dalla spazzatura che la sommerge, altrimenti con le invasioni in centro di pantegane e gabbiani geneticamente modificati alti un metro, il progetto di zio Bill potrebbe naufragare miseramente in un mare di rifiuti. 
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli