Login

Standard & Poor's conferma il rating BBB per l'Italia ma migliora l'outlook

 
Il Rating BBB dell’Italia è stato confermato ufficialmente da Standard & Poor’s Global Ratings, che nell’analizzare la situazione complessiva del nostro paese ha però migliorato l’outlook complessivo, passato da “Negativo” a “Stabile”.

La società statunitense ha messo sotto il microscopio l’andamento recente dell’economia nostrana, spiegando come sia stata “colpita duramente dalla pandemia di Coronavirus: il Prodotto Interno Lordo non potrà tornare ai livelli dello scorso anno prima del 2023 secondo le nostre stime. Il Governo italiano ha messo in piedi importanti misure fiscali per l’anno in corso con l’obiettivo di disavanzo nominale del 7% del PIL nel 2021 incluso uno stimolo aggiuntivo”.

Questi numeri, uniti alle misure messe in atto dall'Unione Europea come il Fondo per la ripresa e la resilienza, dovrebbero dare la possibilità all'Italia di "riavviare la crescita dell'economia in modo da invertire il deterioramento che riguarda i risultati di bilancio. Per questo l'outlook passa a "Stabile" perché bilancia le conseguenze dell'emergenza sanitaria sulle finanze pubbliche con la risposta messa in piedi dalla Banca Centrale Europea, in particolare il fondo che erogherà all'Italia fino al 12,5% del valore del PIL in sovvenzioni e prestiti fino al 2024".
 
Standard & Poor's poi passa a parlare dei conti italiani: "Per quest'anno il disavanzo delle pubbliche amministrazioni calerà attorno all'11% del PIL (nel 2019 era l'1,6%) mentre il costo delle misure contro la pandemia raggiungerà il 5% del prodotto. Il disavanzo delle amministrazioni pubbliche nel 2021 dovrebbe essere più o meno del 7% del PIL e quindi in linea con i traguardi posti dall'esecutivo".

La decisione di alzare l'outlook dell'Italia è stata ben accolta dal ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, specialmente perché arriva in un periodo di downgrade per molti paesi in giro per il mondo: "La scelta di Standard & Poor's conferma quanto solide siano state le misure del Governo e l'importanza del cambio di rotta dell'UE per far fronte all'emergenza sanitaria".
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2020